NEWS DAL WEB

Intesa Sanpaolo: al via assemblea degli azionisti

Al via l'assemblea ordinaria degli azionisti di Intesa Sanpaolo nel grattacielo sede della banca a Torino. I soci delibereranno sul bilancio 2018 e rinnoveranno il consiglio di amministrazione con l'attesa conferma degli attuali vertici, il presidente Gian Maria Gros-Pietro e il consigliere delegato Carlo Messina.
    Sono presenti 2.787 azionisti, pari al 53,31% del capitale ordinario. Principali azionisti della banca sono la Compagnia di San Paolo con il 6,79% e la Fondazione Cariplo con il 4,38%.

Alitalia: Fs chiede proroga; Di Maio, soluzioni ci sono

Il progetto di Ferrovie dello Stato per Alitalia ha bisogno di altro tempo. Arrivati alla scadenza del 30 aprile, la compagine messa insieme dalla società ferroviaria non è sufficiente per completare la newco per la nuova compagnia. Per questo il gruppo guidato da Gianfranco Battisti ha chiesto una proroga, sulla quale ora decideranno i commissari straordinari di concerto con il Governo. E mentre prosegue il pressing su Atlantia, il primo vero obiettivo, il vicepremier Luigi Di Maio assicura che se anche non arrivassero proposte "le soluzioni ci sono già e si potrà andare avanti comunque". Sul piatto anche un aumento della partecipazione da parte di Delta e la ricerca di un altro partner esterno, dopo il tentativo, ormai superato, con Eastern China.

Sorgenia: Mancini, debito a 633 milioni

"Abbiamo un tasso di crescita importante, che ci porta verso 350.000 clienti alla fine dell'anno". Così l'ad di Sorgenia, Gianfilippo Mancini, a margine della presentazione della nuova campagna di comunicazione dell'azienda, con Bebe Vio testimonial. "Il debito - ha aggiunto - ormai è assolutamente un 'non problema', nel senso che il percorso di riduzione l'abbiamo intrapreso ormai quattro anni fa. Siamo partiti con 1,7 miliardi di euro e con il cambio di azionariato e tutte le azioni conseguenti, tanto di natura straordinaria, quanto di natura ordinaria di gestione, il debito al 31 dicembre del 2018 è sceso a 633 milioni, vado a memoria, quindi è una dimensione assolutamente sotto controllo, che ci consente di ripartire con gli investimenti". Quanto alle manifestazioni d'interesse per l'ingresso nel capitale della società, attese per maggio, "dobbiamo ancora aspettare - ha risposto -. Posso dire è che c'è una grande consapevolezza da parte di tutti del fatto che Sorgenia è un asset di grande valore".

Eurostat, debito 2018 sale a 132,2%

Il debito italiano nel 2018 è salito al 132,2% del Pil, dal 131,4% del 2017. Il deficit è invece sceso al 2,1%, dal 2,4% del 2017. Lo comunica Eurostat nella sua prima notifica dei dati definitivi del 2018. Il debito italiano resta il secondo più elevato dell'Ue dopo la Grecia (181,1%). Le ultime previsioni economiche Ue, pubblicate a novembre scorso, davano il debito italiano 2018 a 131,1%, e il deficit a 1,9%. Guardando ai Paesi più grandi, il debito della Germania nel 2018 è sceso a 60,9%, dal 64,5% del 2017, mentre il deficit è salito da 1% a 1,7%. In Francia il debito è rimasto stabile a 98,4%, mentre il deficit è sceso da 2,8% a 2,5%. In Spagna il debito è sceso a 97,1%, dal 98,1% dell'anno precedente, e il deficit da 3,1% a 2,5%. In Portogallo il debito è calato a 121,5% dal 124,8%, e il deficit dal 3% allo 0,5%.   Mentre a Cipro il debito pubblico è salito da 95,8% a 102,5%, e il deficit da 1,8% a 4,8%, unico deficit sopra il 3% tra i Paesi Ue.

Registrati alla nostra Newsletter

Contatti

  • Via Giampiero Combi, 95
  • 00142 Roma, IT
  • +39 - 06 64522666
  • This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Copyright © 2019 Gbs Consulting srl Tutti i diritti riservati. P.IVA:05104490650 Powered by Plfware